Per una nascita senza violenza il parto dal punto di vista del bambino. Per una nascita senza violenza 2019-02-19

Per una nascita senza violenza il parto dal punto di vista del bambino Rating: 6,5/10 262 reviews

Per una nascita senza violenza di Frédéric Leboyer

per una nascita senza violenza il parto dal punto di vista del bambino

La divulgazione alimenta la curiosità, favorisce la conoscenza e il sapere. Non fare fretta al bambino, questo è il segreto! Eppure la nascita è un salto. Dunque, che vive questo bimbo nel venire al mondo? Anche la scelta del dialogo con un interlocutore fittizio mi sembra forzata e inutile. A libro concluso, però, eravamo ancora più convinti e decisi che quella fosse la scelta giusta. Voto: Gran bel libro, di una sensibilità e profondità rare che ti porta a considerare ancora più speciale e meritevole l evento della nascita.

Next

Per una Nascita Senza Violenza

per una nascita senza violenza il parto dal punto di vista del bambino

Frederick Leboyer, Per una nascita senza violenza. Basta poco per una nascita senza violenza: pazienza, attenzione e modestia. Consigliatissimo a tutti i genitori e non. Le mani possono rimanere semplicemente immobili. La nascita senza violenza per creature pacifiche e in armonia con l'universo. Ero spinta dal desidero di vivere gioia pura nel momento un cui avrei dato alla luce il mio piccolo grande Amore e volevo capire come superare la paura del dolore fisico. Credo che una nuova edizione sia disponibile solo in inglese.

Next

Per una nascita senza violenza

per una nascita senza violenza il parto dal punto di vista del bambino

Libro fondamentale non solo per le donne in attesa ma per ogni essere umano, in quanto il contenuto aiuta anche a meglio comprendere le varie fasi di vita - morte - rinascita, che ci si ritrova ad affrontare anche nell'arco della vita extra-uterina. Non è che il bambino ha bisogno di essere preparato. . Non la finisce mai di tremare di terrore, di singhiozzare, di strangolarsi. Tutto, totalmente, senza scelte, senza filtri, senza discriminazioni. Per una nascita senza violenza di Frédéric Leboyer Se vuoi approfondire il contenuto del libro, puoi guardare qualche minuto tratto dal film Foto di Alexandre Normand su. Nel suo libro, Leboyer vuole capire perché e di che cosa il neonato soffre tanto alla nascita e, per farlo, inizia la sua riflessione partendo dal presupposto secondo cui il bambino, fin dal primo momento, è capace di inviare segnali, di parlare e di esprimere emozioni, nonostante molti adulti non siano disposti ad ammettere questo fatto.

Next

Per una nascita senza Violenza

per una nascita senza violenza il parto dal punto di vista del bambino

Quando i suoi occhi si spalancano al mondo e vedono in modo diretto i raggi di luce? Scritto in modo magistrale da Frederick Leboyer, è una pietra miliare nella biblioteca di ogni ostetrica che si rispetti. Ad ogni ristampa è sempre più difficile da leggere: carattere di scrittura sempre più piccolo, foto che sembrano quasi solo macchie nere nonché margini interni delle pagine assai ridotti che non permettono una lettura senza sforzo, dovendo faticare a tenere aperto il libro. Sembrerebbe che se tutti i parti si svolgessero con tali condizioni, al mondo non esisterebbero serial killer. Contro questi pregiudizi Frédérick Leboyer ha combattuto per tutta la vita: primario della Clinica ostetrica dell'Università di Parigi, dopo avere assistito a migliaia di parti maturò la convinzione che i neonati possedessero invece una sensibilità acuta e che l'esperienza della nascita condizionasse la loro personalità in modo determinante, nel bene o nel male. Per esempio non sapeva nulla del freddo. I vostri commenti sono i benvenuti! Strenuo difensore del diritto della madre a un 'buon parto' e del diritto del bambino a una 'buona nascita', sviluppò i principi per prevenire i traumi e le violenze nelle sale parto. Le mani devono ritrovare la lentezza, la continuità di movimento della contrazione uterina.

Next

Recensione libro: Per una nascita senza violenza

per una nascita senza violenza il parto dal punto di vista del bambino

Il libro teorizza una nascita senza violenza dal punto di vista del bambino. Abbandonato da tutti e da tutto, per duto in universo ostile e incomprensibile. Marie C Ostetrica e Blogger. Comunque è tutto reale, leggendo questo libro è come se mi fossero riaffiorati ricordi della mia nascita e credo proprio di avere provato anch'io certe sensazioni e certi disagi. Un tuffo nel passato per riemergere nel presente e dirigersi arricchiti verso il futuro.

Next

Per una nascita senza Violenza

per una nascita senza violenza il parto dal punto di vista del bambino

Alle gravide, alle già mamme, ai professionisti e per tutti coloro che volessero abbracciare una riflessione suggestiva sulla nascita. Credo sia molto importante per una donna, scegliere di avere un figlio. Cerchiamo di evitare i rumori forti, accogliamolo nel silenzio. Se poi le operazioni, che necessariamente coinvolgono il neonato, vengono fatte con delicatezza, senza rumori e luci inutili e senza movimenti troppo bruschi, in un luogo confortevole e adeguato non solo ai medici ma anche a chi fino a poco prima è vissuto in un ambiente buio e ovattato, allora sì, dopo qualche grido, non di dolore o paura, ma di gioia per essere venuto al mondo, per essere riuscito a sopravvivere ad un difficile percorso…Sì, il neonato sorriderà. Le mani che lo prendono devono perciò parlare un linguaggio viscerale. Venendo al mondo, il neonato cade nel regno dei contrari, dove tutto è buono o cattivo, piacevole o spiacevole, attraente o ripugnante, secco o umido.

Next

Recensione libro: Per una nascita senza violenza

per una nascita senza violenza il parto dal punto di vista del bambino

Il nostro bambino nascerà una sola volta, non avrà occasione di riprovarci, di fare il bis. Il parto dal punto di vista del bambino 232 il numero di pagine. Farlo due volte è il gioco del nascondino. Tatto: Ha una pelle molto sensibile e le sensazioni sono addirittura rese più forti per contrasto con ciò che veniva vissuto prima. Iscriviti ora per accedere a migliaia di libri disponibili per il download gratuito. Voto: Se riuscite ad andare oltre l'enfasi della scrittura, in questo libro troverete molte riflessioni interessantissime e indicazioni essenziali su come accogliere un neonato in modo rispettoso e positivo, per offrirgli fin dai primi momenti che poi sono quelli fondamentali le basi per uno sviluppo ottimale della sua personalità, della sua affettività e di quelli che saranno i suoi rapporti con il mondo. Tre mamme, di cui due educatrici ed una insegnante: in comune la passione per il massaggio infantile e per i bambini, e soprattutto il desiderio di parlare delle nostre esperienze, nate dal contatto quotidiano con i bambini.

Next

Per una nascita senza violenza

per una nascita senza violenza il parto dal punto di vista del bambino

E come Professioniste del settore siamo tenute ad esserne le Ambasciatrici. Strenuo difensore del diritto della madre a un ''buon parto'' e del diritto del bambino a una ''buona nascita'', sviluppò i principi per prevenire i traumi e le violenze nelle sale parto. Il parto dal punto di vista del bambino Product Description In 8 19x12,5 brossura illustrata; 144 pp, normali segni del tempo in copertina, interno buono. L'eccessiva medicalizzazione ci ha reso ciechi davanti a ciò che è l'evento più naturale nella nostra breve esistenza. Unica pecca di questo libro? Register a Free 1 month Trial Account.

Next